Animologico

Animologico

Caratteristiche

Verdicchio di Matelica DOC
Biologico
E’ un verdicchio di Matelica doc Biologico in cui non sono MAI stati aggiunti solfiti (anidride solforosa, metabisolfito, …) ma che è stato prodotto con tecniche viticole ed enologiche di altissima innovazione:

Nel vigneto, a conduzione già biologica, è stata eseguita la scuola della Viticoltura di Precisione; in parte il rame (metallo pesante e accumulabile nel terreno) è stato sostituito nella funzione antifungina con il Chitosano (prodotto naturale estratto da funghi e granchi);

Le uve sono state lavate con Ozono: ciò ha comportato una perfetta pulizia microbiologica delle vinacce e quindi del mosto; di seguito i lieviti selezionati che hanno fermentato, hanno trovato un ambiente assolutamente ospitale e hanno prodotto nel biochimismo fermentativo una bassisima quantità di solforosa di origine naturale (inferiore a 6 mg/l contro una produzione naturale media di 20 – 25 mg/l)

Il dato della solforosa è stato certificato dall’ente certificatore della DOC, Valore Italia, ed è quindi ufficiale, non autocertificato. A ciò seguito è stato possibile togliere dall’etichetta la dicitura “contiene solfiti” che è d’obbligo quando la solforosa totale è superiore a 10 mg/l (pressoché in quasi tutte le etichette circolanti).

La vinificazione ha seguito il processo della criomacerazione per arricchire il mosto di antiossidanti delle vinacce; inoltre nel periodo di maturazione sono stati aggiunti tannini estratti dal Thè verde in quanto potenti antiossidanti e quindi sostituti delle funzioni antiossidanti della solforosa.

La bottiglia di Animologico è stata lavorata (vuota) per ottenere a forno il “cambio molecolare” a seguito del quale il vetro è divenuto assolutamente nero, impermeabile alla luce: questo per evitare anche la minima interferenza dell’ambiente sulla mantenibilità del vino. L’etichetta è serigrafata e parti delle scritte sono eseguite in oro zecchino.

Il tappo usato è raso e composto di canna da zucchero, assolutamente naturale, riciclabile e pressoché impermeabile all’ossigeno, sempre per evitare ogni interferenza sulla conservazione.

L’imbottigliamento è avvenuto a freddo, in ambiente ridotto e nello spazio di testa è stato aggiunto gas inerte al posto dell’aria per evitare fenomeni ossidativi.

ANIMOLOGICO perché è un progetto vitivinicolo che somma i valori nel fare, e nell’essere, dell’Anima, dell’Amore e della Logica (logos nella scienza Viticola ed Enologica). Naturale perché “fatto bene”, non perché “non gli abbiamo fatto niente”.